ARCHIVIO‎ > ‎

PLR 355-11 Abruzzo

Il Disegno di Legge Regionale 355/2011 rappresenta il massimo sforzo che poteva fare il nostro mondo per il rilancio del settore forestale in Abruzzo.

Di fatto tutti gli attori si sono uniti in un gruppo di lavoro che ha prodotto un testo che, forse per la prima volta, di vede tutti concordi .

La necessità di una modernizzazione delle procedure e di snellimento della burocrazia, unita a un quadro di regole certe, è una necessità impellente ormai riconosciuta da tutti.

Il DDLR, poi presentato dal Consigliere Riccardo Chiavaroli del PDL, se approvato sarebbe dunque un enorme passo avanti per lo sviluppo del settore.

Per questo l’Associazionismo Forestale sostiene il lavoro svolto dalla Federazione degli Ordini dei Dottori Agronomi e Forestali d’Abruzzo, cui va dato atto del lavoro di promozione e coordinamento svolto e, insieme a tutti quanti hanno collaborato al lavoro, richiedono al Consiglio Regionale la più celere approvazione del DDLR.

 (nella foto un momento del convegno del 18 maggio 2012 di presentazione del PLR)

Nel DDLR 355/2011, presentato dal Consigliere Riccardo Chiavaroli, trovano risposta molte delle esigenze di sburocratizzazione e snellimento delle procedure  più volte richieste dall’Associazionismo forestale.

Per i Tagli colturali il DDLR prevede tre livelli di autorizzazione: la prima, fino a 0,5 Ha, come semplice comunicazione. La seconda, fino a  3 Ha, sono sottoposti a  dichiarazione con relazione di un Dottore Forestale, la terza, infine, per superfici superiori, sono soggette ad autorizzazione.

Una novità assoluta sarebbe poi il passaggio, previsto dal DDLR, delle procedure autorizzative, sia dei tagli, ma anche di tutte le altre attività, quali i Piani di Gestione, alla Comunità Montana, ove dotata di strutture idonee, o alla Provincia. Ciò permetterebbe finalmente a ogni Ente di tornare a svolgere la propria specifica attività, evitando sovrapposizione di funzioni e responsabilità.

Il Testo prevede inoltre l’istituzione dell’Albo delle Imprese forestali, un’altra delle nostre richieste da sempre.

Non possiamo non sottolineare con soddisfazione come il DDLR riconosca il ruolo delle Associazioni e dei Consorzi Forestali e, all’art. 20, ne disciplini  la costituzione e il funzionamento. Anche questa una nostra antica richiesta, visto lo sviluppo dei consorzi nella nostra Regione.

Molte tematiche di carattere tecnico sono, infine, demandate al Regolamento Forestale, sperando che anche questo sia poi varato celermente dalla Regione.

 

Comments