AVVISI & OPPORTUNITA'

AVVISO D'ASTA Particella Assestamentale 136 Collelongo

pubblicato 28 nov 2017, 09:16 da Presidenza ForestAbruzzo   [ aggiornato in data 29 nov 2017, 00:27 ]

Collelongo, lì 28 novembre 2017

AVVISO D’ASTA

PER LA VENDITA A CORPO DEL LOTTO BOSCHIVO ASSEGNATO AL TAGLIO NELLA PARTICELLA ASSESTAMENTALE N° 136, IN LOCALITA’ “NAMMERICO” PER UNA MASSA LEGNOSA STIMATA DI CIRCA Q.LI 32.492 (STATO FRESCO) DI LEGNA DA ARDERE, IN TERRITORIO E DI PROPRIETA’ DEL COMUNE DI COLLELONGO (AQ).

SI RENDE NOTO

che il giorno 16 DICEMBRE 2017 alle ore 12.00 c/o la Sala Consiliare del Municipio di COLLELONGO (AQ), alla presenza di un pubblico ufficiale, si procederà all'asta ad unico e definitivo incanto per la vendita del lotto boschivo di cui sopra.

 

Importo a base d’asta:

€ 74.731,60 (euro settantaquattrosettecentotrentuno/60 ) a rialzo.

(di cui € 47.438,32 di valore di macchiatico di competenza dell’Ente Proprietario e € 27.293,28 di spese tecniche ed amministrative di competenza del Consorzio. L’eventuale rialzo è di esclusiva competenza dell’Ente Proprietario).

Oltre IVA al 10% sul Valore di Macchiatico e al 22% sulle S.T.A. e spese di contratto, stimate in € 1.000 oltre IVA al 22%.

Oggetto d’asta: Compravendita di lotto boschivo costituito da Ha 18,43 bosco ceduo matricinato misto di latifoglie varie a prevalenza di faggio, radicate nel bosco in località “Nammerico” in agro e di proprietà del Comune di COLLELONGO (AQ) in grado di fornire circa Q.li 32.492 (stato fresco) di legna da ardere.

Ai fini della applicazione del Regolamento UE n° 995 del 20 ottobre 2010, Due Diligence, (“giusta diligenza”) si attesta che il Progetto e il Verbale di Assegno e Stima sono stati redatti dai Dott. For. Lorenzo Mini e Marco Perrino. Il Progetto è stato approvato dall’Ente Proprietario con Deliberazione di G.C. n° 1 del 27.1.2015 ed autorizzato dalla Autorità Forestale con Determinazione n° DPD/025/28 del 19 febbraio 2016.

L’Ente venditore determina qualità e quantità della legna che dovrà essere accettata dagli assegnatari non essendo ammessi reclami per difetti quantitativi o qualitativi.

 

Metodo d’asta e requisiti per l’ammissione

L'asta sarà tenuta col metodo delle offerte segrete da confrontarsi con l’offerta più vantaggiosa per l’Ente.

L’offerta proposta dovrà essere necessariamente a rialzo rispetto al Valore a base d’asta pari ad € 74.731,60 comprensiva di oneri tecnici amministrativi salvo quanto previsto dal presente avviso.

Per essere ammessi all'asta i concorrenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

1.     essere iscritta come Ditta Boschiva, alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura;

2.     essere iscritta nell’elenco delle ditte boschive a fini di attestazione dell’idoneità a condurre utilizzazioni forestali come da certificato rilasciato dalla Autorità forestale del territorio in cui si opera o, in alternativa, essere in possesso della attestazione di qualificazione alla esecuzione di lavori pubblici (art. 2, comma 1, lettera p) del D.P.R. 34/2000 rilasciato da un Organismo di attestazione SOA per la categoria OG13;

3.     di essere in regola con i pagamenti e gli adempimenti previdenziali, assistenziali e assicurativi, nonché in tutti gli altri obblighi previsti dalla normativa vigente nei confronti di INPS, INAIL, ecc.;

4.     di non rientrare nei casi di esclusione di cui all’articolo 80 del D.Lgs. 50/2016;

5.     che l’impresa non si trova in stato di fallimento, di liquidazione coatta amministrativa, di amministrazione controllata o di concordato preventivo o che non sono in corso procedimenti per dichiarazione di tale situazione;

6.     che il concorrente si è recato sul luogo ove deve eseguirsi l’utilizzazione e che ha preso visione delle condizioni locali, di tutte le circostanze generali e particolari relative all’utilizzazione stessa, nonché del presente capitolato.

7.     aver prestato la cauzione provvisoria in ragione del 20% (venti percento) dell’importo offerto.

 Detta cauzione verrà svincolata al termine dell’asta per le Ditte non aggiudicatarie e, al contrario, trattenuta a titolo di cauzione definitiva alla Ditta aggiudicataria a garanzia dei pagamenti e del buon esito dei lavori fino al collaudo degli stessi.

Modalità di stesura e presentazione delle offerte

I plichi contenenti l’offerta redatta su apposito modulo allegato al presente bando dovranno pervenire, pena l’esclusione dall’asta, a mezzo raccomandata del servizio postale, ovvero consegnate a mano presso il protocollo del Comune di COLLELONGO (AQ) entro le ORE 12,00 del 15 dicembre 2017.

Le offerte dovranno contenere, in una unica busta:

·           modulo allegato al presente bando, contenente anche l’offerta, debitamente compilato in tutte le sue parti e sottoscritto con firma e timbro;

·           fotocopia di un VALIDO documento di riconoscimento a pena di esclusione;

·           cauzione provvisoria costituita come da presente bando.

Il tutto dovrà essere posto in plico chiuso recante la scritta “Offerta per la gara di vendita lotto boschivo PA n° 136 del Comune di COLLELONGO” nonché il nome e l’indirizzo del mittente, la data e l’ora dell’asta e dovrà essere firmato sui lembi di chiusura.

Il prezzo dovrà essere espresso in Euro e dovrà essere scritto in cifre ed in lettere, nonché sottoscritto dal legale rappresentante della ditta a pena di nullità. In caso di discordanza tra la misura espressa in cifre e quelle in lettere, prevarrà quella più favorevole per il Comune.

L’offerta costituisce implicita dichiarazione che il prezzo indicato risulta conveniente per la ditta e comprensivo di ogni onere ed incerto, ivi compresi quelli connessi alla sicurezza del cantiere.

Aggiudicazione

L’aggiudicazione sarà effettuata alla ditta che avrà formulato l’offerta più vantaggiosa per l’Ente. Non sono ammesse offerte in ribasso. Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di un’unica offerta valida. In caso di parità di offerte si procederà a richiedere una offerta migliorativa alle ditte concorrenti che avranno presentato le migliori offerte. L’aggiudicazione sarà effettuata quindi alla ditta che avrà presentato la migliore offerta migliorativa.

L’aggiudicazione avverrà seduta stante, salvo il caso della necessità di richiedere offerte migliorative.

Modalità di pagamento

L’Aggiudicatario dovrà versare il prezzo offerto in tre rate:

·  la prima rata, pari al 40% del prezzo di aggiudicazione, dovrà essere pagata entro dieci (10) giorni dalla data di avvenuta aggiudicazione definitiva e comunque prima della stipula del contratto;

·  la seconda rata, pari al 50% del prezzo di aggiudicazione, dovrà essere pagata entro novanta (90) giorni dalla data di consegna del lotto boschivo e comunque prima di aver utilizzato il 50% dei materiali utili ritraibili;

·  la terza ed ultima rata, pari al restante 10% del prezzo di aggiudicazione, dovrà essere pagata entro centoventi (120) giorni dalla data di consegna del lotto e comunque prima di aver utilizzato l’80% dei materiali utili ritraibili.

In caso di ritardo decorreranno a favore dell’Ente proprietario gli interessi legali sulle somme non pagate, interessi che saranno liquidati in sede di collaudo. Qualora poi il ritardo durasse oltre un mese, l’Ente stesso potrà procedere alla rescissione del contratto.

Tali importi saranno pagati al Consorzio Forestale Le Valli dell’Orso sul Conto Corrente Postale 91191296 Bancoposta - IBAN: IT49 A076 0115 4000 0009 1191 296.

In caso di mancata sottoscrizione del contratto, il Consorzio incamererà la cauzione provvisoria prestata, fatto salvo il risarcimento degli eventuali danni subiti dal Consorzio.

Norme finali

La ditta aggiudicataria assume ogni onere per garantire l’osservanza delle vigenti disposizioni di legge in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro. Il Comune e il Consorzio Forestale Le Valli dell’Orso rimangono così sollevati da ogni responsabilità in materia restando in capo alla ditta ogni responsabilità in merito.

       Il Venditore non risponde per le operazioni di carico all’imposto né del transito dei mezzi dell’Aggiudicatario lungo le strade di collegamento dell’imposto con la viabilità ordinaria.

Sono inoltre a carico dell’acquirente:

·           L’I.V.A. nelle forme di legge all’atto dei pagamenti da aggiungere al prezzo di aggiudicazione. Il Consorzio emetterà regolari fatture.

·           Tutte le spese inerenti e conseguenti il contratto di compravendita, redazione, bolli, imposte e tasse, stabilite forfettariamente in € 1.000 (mille/00) oltre IVA nelle forme di legge, da saldarsi al Consorzio prima della stipula del contratto.

 

Fanno parte integrante del presente avviso il progetto esecutivo, con relativi pareri e prescrizioni e il Capitolato Generale d’Oneri. Ove si riscontrassero condizioni diverse fra il presente Avviso e il Capitolato Generale d’Oneri valgono quelle comunque più favorevoli al Venditore.

Si precisa che in seguito all’aggiudicazione del lotto boschivo l’aggiudicatario dovrà fare regolare istanza di consegna dello stesso alla Regione Abruzzo prima dell’inizio dei lavori, nominando un Responsabile di Cantiere o Capomacchia e tutte le figure previste dalla normativa vigente sulla Sicurezza sul Lavoro.

Il presente avviso non è soggetto a Codice Identificativo Gare (CIG) trattandosi di mera cessione di bene senza svolgimento di lavoro o servizio a favore del concessionario.

Per ulteriori informazioni e/o per prendere visione della particella martellata contattare il progettista Dott. For. Marco Perrino - Tel. 329 966 6210 - E-mail: perrino@dream-italia.net  .


Copia del progetto, del Capitolato e altra documentazione di cui al presente avviso può essere scaricata dal sito del Consorzio Forestale Le Valli dell’Orso all’indirizzo:

http://levallidellorso.consorziforestali.net/progetti/taglio-pa-136-collelongo-commercio

o richiesta al Consorzio forestale o al tecnico progettista




Consorzio Forestale Alto Gizio: rinnovate le cariche sociali

pubblicato 20 ott 2017, 02:19 da Presidenza ForestAbruzzo

Martedì 17 ottobre 2017 l'Assemblea dei soci del Consorzio Forestale Alto Gizio ha rinnovato le cariche sociali.

Sono stati quindi eletti:

Presidente: Colangelo Massimo (nuovo presidente - già consigliere) - Sindaco del Comune di Corfinio
Vice Presidente: Talucci Gaspar Rino (confermato) - Presidente del CO.L.A.FOR.
Consiglieri: D’Amico Stefano (Comune di Pettorano) - De Santis Ernesto (Comune di Introdacqua) – Eustacchio Gentile (Comunità Montana Peligna) (confermati)

"Il mio impegno personale e quello del nuovo Consiglio - ha dichiarato il neo presidente Massimo Colangelo - è quello di rilanciare l'attività consortile, sia nelle normali attività, tagli colturali destinati a Uso civico o commerciale, a beneficio delle collettività locali, sia nell'accesso a finanziamenti pubblici, quali il PSR. E questo sia utilizzando direttamente il Consorzio sia, ove ciò non fosse possibile, utilizzando strutture che il Consorzio sostiene, come hanno fatto molti comuni consorziati che hanno attivato la Misura 7.4.1 del PSR utilizzando l'associazione Condotta Forestale. Ciò nell'ottica di una necessaria flessibilità che ci permetta di tentare di accedere a tutte le opportunità possibili."

Del Consorzio Forestale Alto Gizio sono soci il Comune di PETTORANO, il Comune di INTRODACQUA, il Comune di CORFINIO, il Comune di PACENTRO, la Comunità Montana PELIGNA, il CO.L.A.FOR. e GE.FOR.A.

Consorzio Forestale Alto Gizio: Convocata l'Assemblea dei soci

pubblicato 9 ott 2017, 08:25 da Presidenza ForestAbruzzo

E’ convocata per MARTEDI’ 17 ottobre 2017 alle ore 18,00 presso la sede legale (Municipio di Pettorano - AQ) l’ASSEMBLEA DEI SOCI e il Consiglio di Amministrazione del Consorzio Forestale Alto Gizio con il seguente O.d.G.:
1. Rinnovo cariche sociali (C.d.A. e presidente);
2. Nuova normativa in materia di usi civici e forestale - Concessioni di utenza: iniziative conseguenti;
3. Programma prossime attività (Tagli, bandi PSR in uscita, ecc.);
4. Varie ed eventuali.
La seduta riveste carattere d’urgenza dovendosi rinnovare il Presidente – dimissionario per motivi di tempo disponibile - per poter sbloccare fondi sul c/c consortile.

Attualmente sono SOCI i Comuni di Pettorano, Introdacqua, Pacentro e Corfinio, la Comunità Montana Peligna e il CO.L.A.FOR. e GE.FOR.A.

Il C.d.A. uscente è composto dal Presidente: D’Amico Stefano - Vice Presidente: Talucci Gaspar Rino - Consiglieri: Feliciano Marzuolo – De Santis Ernesto – Colangelo Massimo - Cappelli Silvio – Eustacchio Gentile

Consorzio Forestale Campo Imperatore: rinnovo cariche e opportunità

pubblicato 15 set 2017, 10:13 da Presidenza ForestAbruzzo

Il 25 agosto 2017 l'Assemblea dei soci del Consorzio Forestale Campo Imperatore ha rinnovato le cariche sociali che risultano ora così composte:

Pre
sidente: Paolo Federico (confermato) - Sindaco di Navelli e Commissario Comunità Montana
Vice-presidente: Gaspar Rino Talucci (confermato) - Presidente del CO.L.A.FOR.
Consiglieri: Domenico di Cesare (confermato) - Sindaco di Carapelle Calvisio - e Raffaele Iovenitti (nuovo) - Amministratore di Poggio Picenze

"Ruolo del Consorizio - ha dichiarato Paolo Federico, riconfermato presidente - è essere strumento dei soci per la realizzazione di progetti di sviluppo nel settore forestale, ma non solo, anche di sviluppo complessivo del territorio. In tal senso continueremo con l'intensa l'intensa attività progettuale già in corso per attrarre risorse sul territorio finalizzate a tali scopi."

"Sul nostro Comune di Poggio Picenze - ha ricordato in neo amministratore Raffaele Iovenitti - si è realizzata già una attività consortile con lo scorso PSR, con la realizzazione di un'area di sosta in bosco.
Con la programmazione in corso, con il PSR Misura 8.5 il Consorzio ha in questi giorni presentato un progetto che prevede:
- il diradamento e la pulizia (per una superficie di 47,87 Ha) della Pineta di Valle del Campanaro volto ad avviare il processo di rinaturalizzazione, favorendo lo sviluppo delle latifoglie e la graduale rimozione delle conifere,ottenendo così di realizzare quegli indispensabili inteventi per renderla meno attaccabile e più resistente alle avversità naturali, in principal modo agli incendi;
- la realizzazione n.3 area pic-nic complete di tavoli, cestini porta rifiuti, strutture ricreative e punti fuoco.
Il Consorzio ha anche
ottenuto, su richiesta del Comune, per la realizzazione del progetto l'autorizzazione al concessione in utenza delle terre civiche con Determina regionale DPD/374 del 12.09.2017."



Consorzio Forestale Colle Rotondo: rinnovo cariche e prospettive

pubblicato 15 set 2017, 09:41 da Presidenza ForestAbruzzo

Il 24 agosto 2017 l'Assemblea dei soci del Consorzio Forestale Colle Rotondo ha rinnovato le cariche sociali che sono ora così composte:
Presidente: Domenico Taglieri (confermato) - Amministratore del Comune di Bugnara
Vice-presidente: Gasper Rino Talucci (confermato) - Presidente del CO.L.A.FOR..

Il presidente Domenico Taglieri, nel commentare la conferma nella carica, ha dichiarato: "Lo scopo del Consorzio è realizzare azioni positive nel territorio attualmente gestito, che è quello dei boschi del Comune di Bugnara. Nel corso del mandato ci attiveremo per tentare di accedere a tutte le possibili fonti di finanziamento a questo scopo. A partire dall'accesso alla Misura 8.5 del PSR, di cui oggi si è concluso l'iter di presentazione della domanda, che ci permetterà, se finanziato, di effettuare:
- il diradamento (per una superficie di 52,21 Ha) della pineta volto ad avviare il processo di rinaturalizzazione, favorendo lo sviluppo delle latifoglie e la graduale rimozione delle conifere, ottenendo così di realizzare quegli indispensabili lavori per renderla meno attaccabile e più resistente alle avversità naturali, in principal modo agli incendi;
- un taglio di conversione da ceduo invecchiato a soprassuolo transitorio da realizzarsi con un primo intervento di avviamento ad alto fusto per avviare il processo di “rinaturalizzazione”;
- la ripulitura e ripristino del Rifugio Rufigno con relativa sistemazione interna ed esterna compreso di tettoia, area pic-nic complete di tavoli, cestini porta rifiuti, strutture ricreative e punti fuoco, nonché ripristino della fonte.
Inoltre il Consorzio ha, su richiesta del Comune, ottenuto l'autorizzazione al concessione in utenza delle terre civiche con Determina regionale DPD/373 del 12.09.2017. Il Consorzio è quindi nuovamente operativo per l'attuazione del Piano di Gestione forestale, approvato da Comune nel 2010 e regolarmente inviato alla Regione, purtroppo ad oggi senza esito da parte della stessa Regione."

Modalità riattivazione Contratti di gestione da parte dei Consorzi Forestali

pubblicato 7 lug 2017, 07:42 da Presidenza ForestAbruzzo

Come a Vs. conoscenza la normativa relativa ai Consorzi Forestali e alla gestione di terreni di uso civico ha subito nell’ultimo periodo diversi aggiustamenti.
 
Al termine di tale processo si è addivenuti ad alcune indicazioni operative:

· nonostante le modifiche legislative persistono ancora alcune perplessità in merito alla gestione associata prevista dall’art. 23 della L.R. 3/2014;

· considerato che in qualunque caso è necessario ottenere l’autorizzazione regionale, è quindi opportuno utilizzare lo strumento del “contratto di utenza” di cui all’art. 22 della medesima L.R. 3/14, così come previsto dal punto “c” dell’art. 16 della L.R. n° 25/1988 come modificato dalla L.R. 14/2015 art. 9;

· in tal senso quindi i Consorzi Forestali possono prendere in gestione i boschi comunali in quanto “imprenditori agricoli” e/o “loro consorzi”;

· l’unico vincolo aggiuntivo è che, in mancanza di piano di gestione vigente, i progetti devono essere preventivamente approvati dal Comune, ma questo in realtà noi lo abbiamo sempre fatto;

· l’utilizzo di tale procedura dà però anche margini di flessibilità in quanto non è più necessario conferire al Consorzio la gestione di tutti i boschi, ma il Consorzio potrebbe prendere in gestione anche solo parte di essi.

Per attivare tale procedura occorre che il Comune faccia una delibera di Giunta ed inoltri una richiesta di autorizzazione alla Regione. In caso il contratto di gestione sia già in essere si può lasciare quello già siglato a suo tempo.

Una volta acquisita l’autorizzazione regionale il Consorzio può procedere alla presentazione diretta dei progetti (di uso civico, commerciali, per PSR, ecc.) agli Uffici regionali che autorizzano gli stessi come negli anni scorsi prima dei noti problemi.

Consorzio per consorzio Vi invieremo le relative proposte.

Avviso d'asta del CAF Valle del Tirino per la vendita corpo e all'imposto della PA 10

pubblicato 3 mar 2017, 10:37 da Presidenza ForestAbruzzo

AVVISO D’ASTA
PER LA VENDITA A CORPO ALL’IMPOSTO DEL LOTTO BOSCHIVO ASSEGNATO AL TAGLIO NELLA PARTICELLA ASSESTAMENTALE N° 10, PER UNA MASSA LEGNOSA STIMATA DI CIRCA 13.290 Q.LI (STATO FRESCO) DI LEGNA DA ARDERE, IN TERRITORIO E DI PROPRIETA’ DEL COMUNE DI BUSSI SUL TIRINO (PE) .

In allegato l'avviso d'asta

Scioglimento del Consorzio Forestale dei Monti Lucretili

pubblicato 27 set 2016, 09:53 da Presidenza ForestAbruzzo

Prot. 1-16 - Spoltore, 27 settembre 2016

OGGETTO: CONVOCAZIONE ASSEMBLEA STRAORDINARIA PER LO SCIOGLIMENTO DEL CONSORZIO
PEC

Spett.li SOCI
Comuni di
Monteflavio,
San Polo dei Cavalieri,
Orvinio,
Licenza,
Università agraria di Civitella di Licenza,
CO.L.A.FOR.
LORO SEDI


La presente per convocare l’Assemblea straordinaria dei soci per lo scioglimento del Consorzio costituito il 30 luglio 2003, e quindi ormai scaduto, e non più attivo.
Pertanto è convocata per giovedì 13 ottobre 2016 alle ore 8,00 presso la sede operativa di Spoltore in Via Lago di Como, 6 in prima convocazione e, occorrendo, in seconda convocazione, per
GIOVEDÌ 13 OTTOBRE 2016 alle ore 15,00
presso lo studio del NOTAIO MARCO BULFERI in Via Arapietra, 28 a Pescara l’ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEI SOCI per discutere e deliberare sul seguente O.d.G.:
1.    Scioglimento del Consorzio ed adempimenti relativi;
2.    Varie ed eventuali
Distinti saluti

Gasper Rino Talucci
Vice-presidente

Scioglimento del Consorzio Forestale dei Monti Simbruini

pubblicato 27 set 2016, 09:50 da Presidenza ForestAbruzzo

Prot. 1-16 - Spoltore, 27 settembre 2016
OGGETTO: CONVOCAZIONE ASSEMBLEA STRAORDINARIA PER LO SCIOGLIMENTO DEL CONSORZIO
PEC
Spett.li     SOCI
Comune di Vallepietra (RM)
CO.L.A.FOR.
LORO SEDI


La presente per convocare l’Assemblea straordinaria dei soci per lo scioglimento del Consorzio costituito il 4 giugno 2002, e quindi ormai scaduto, e non più attivo.
Pertanto è convocata per giovedì 13 ottobre 2016 alle ore 8,30 presso la sede operativa di Spoltore in Via Lago di Como, 6 in prima convocazione e, occorrendo, in seconda convocazione, per
GIOVEDÌ 13 OTTOBRE 2016 alle ore 15,30
presso lo studio del NOTAIO MARCO BULFERI in Via Arapietra, 28 a Pescara l’ASSEMBLEA STRAORDINARIA DEI SOCI per discutere e deliberare sul seguente O.d.G.:
1.    Scioglimento del Consorzio ed adempimenti relativi;
2.    Varie ed eventuali
Distinti saluti

Gasper Rino Talucci
Vice-presidente

Comune di Rocca Pia - 2° esperimento - Avviso d'Asta bosco PA 5

pubblicato 12 set 2016, 09:38 da Presidenza ForestAbruzzo

In allegato l'avviso per il 2° esperimento, a prezzo ridotto di circa il 10%, per la vendita del lotto boschivo PA 5 di Rocca Pia (AQ).

1-10 of 84