Pubblicato il Bando per la Misura 122 PSR "Migliore valorizzazione economica delle foreste"

pubblicato 22 giu 2013, 10:14 da Presidenza ForestAbruzzo   [ aggiornato in data 22 giu 2013, 10:40 ]

La Regione Abruzzo ha pubblicato il Bando per la Misura 122 del PSR "MIGLIORE VALORIZZAZIONE ECONOMICA DELLE FORESTE" per la concessione di contributi volti ad incrementare la produttività economica del patrimonio forestale regionale.

Possono beneficiare delle agevolazioni i seguenti soggetti:

  • aziende forestali singole o associate;

  • ditte boschive, aventi titolo nella gestione del bosco(esclusivamente per boschi di proprietà privata o comunale);

  • proprietari o detentori in base a legittimo titolo di foreste e zone boschive per boschi di proprietà privata o comunale;

  • cooperative e consorzi forestali;

  • soggetti pubblici (Comuni e loro associazioni).

Sono ammesse a contributo le spese per investimenti materiali riconducibili alle seguenti tipologie d’intervento:

  • conversioni di boschi cedui in alto fusto (interventi di conversione che comportano una modifica permanente della struttura del bosco per la produzione di assortimenti legnosi di maggior pregio);

  • trasformazione di popolamenti artificiali: esecuzione di tagli straordinari volti a modificare la composizione specifica di popolamenti artificiali;

  • realizzazione ed adeguamento di investimenti aziendali relativi a viabilità forestale, quali strade forestali, piste forestali, imposti permanenti;

  • acquisto di macchine ed attrezzature per le utilizzazioni forestali finalizzate a: taglio, allestimento, esbosco;

  • acquisto di macchine ed attrezzature per interventi di primo trattamento in foresta dei prodotti legnosi e dei sottoprodotti forestali.

Gli interventi dovranno essere realizzati nelle aree indicate come macro-area D e macro-area C dal PSR Abruzzo 2007/13, il cui elenco completo è consultabile nell’allegato G del bando.
Sono considerate ammissibili le spese sostenute successivamente alla presentazione della domanda di contributo.

L’aiuto finanziario sarà concesso sotto forma di contributo in conto capitale secondo i seguenti massimali:

  • 60% dei costi effettivamente sostenuti per la realizzazione degli interventi nelle zone montane o svantaggiate e nelle aree di Rete Natura 2000 e Direttiva 2000/60/CEE;

  • 50% dei costi effettivamente sostenuti per la realizzazione degli interventi negli altri territori.

Gli investimenti dovranno avere una dimensione finanziaria minima pari a 20.000 euro (ad esclusione delle tipologie d’intervento relative all’acquisto di macchine ed attrezzature) e massima pari a 500.000 euro.
Gli aiuti vengono concessi nei limiti previsti dal Regime “de minimis”.

Le imprese interessate possono inviare la domanda di contributo entro il 19 agosto 2013 esclusivamente mediante la procedura elettronica sul portale S.I.A.N.

E' possibile scaricare da qui il BANDO >>>

Comments